Formazione

Bagnino di salvataggio

Il “Bagnino di Salvataggio” è un professionista del soccorso altamente specializzato per attuare il servizio pubblico di vigilanza e di salvataggio.
Il Brevetto di “Bagnino di Salvataggio” non solo offre l’opportunità di un lavoro all’aria aperta, ma anche di svolgere un importante servizio a favore della collettività, attività di volontariato, di impegno sociale e di Protezione Civile.
Il corso per l’abilitazione alla professione di “Bagnino di Salvataggio” viene svolto da “Istruttori nelle Arti Marinaresche per il Salvataggio” della SEZIONE DI LENTINI altamente qualificati e dal Medico della Sezione.
Diversi sono gli argomenti che, di volta in volta, vengono affrontati dagli Istruttori all’interno di specifiche lezioni formative teoriche e pratiche.

  • La parte TEORICA viene effettuata attraverso elezioni frontali e in e-Learning;
  • La parte PRATICA viene svolta direttamente in mare e/o in piscina e comprende lezioni di salvataggio a nuoto, voga e nodi.

Come diventare bagnino

Per iscriversi al corso di “Bagnino di Salvamento” è necessario:

  • Essere socio della Sezione;
  • Essere in possesso di capacità natatorie;
  • Essere in possesso di capacità psicofisiche;
  • Avere un’età tra i 16 e i 55 anni;
  • Essere cittadino italiano, dell’Unione Europea o essere in possesso di permesso di soggiorno se cittadino extra UE;
  • Versamento delle quote previste per la partecipazione al corso. E’ prevista la gratuità per i militari in servizio e gli appartenenti alle forze dell’ordine (all’atto dell’iscrizione dovrà essere consegnato un attestato di servizio rilasciato da parte del comando di appartenenza e la quota associativa alla sezione di Lentini).
  1. Riempi la domanda di ammissione  (specificando se mare o solo piscina)
  2. Prepara e consegna prima possibile:
  • Certificato medico (buona salute);
  • n°1 foto tessera;
  • Fotocopia valido documento di riconoscimento;
  • Fotocopia codice fiscale.

Come si svolge l'esame di bagnino

La Commissione Esaminatrice per gli esami di “Bagnino di Salvataggio”

Come da Circolare Prot. n° 23054 del 10/03/2010 del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, modificata dalla Circolare Prot. n.° 059/int. del 31/03/2010, avente per oggetto “Esami per il rilascio dei brevetti di abilitazione al servizio di salvamento – Procedure e composizione della commissione”, la Commissione Esaminatrice è composta da:

1) un Ufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto
2) Il rappresentante della Sezione di Lentini
3) il medico della Sezione di Lentini;
4) un Sottoufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto, con funzioni di Segretario.

Regolamento degli esami

PROVE PRATICHE SALVATAGGIO A NUOTO:

  • 25 m. rana subacquea (se la prova viene eseguita in piscina), sommozzare e ripescare un oggetto di 3-4 Kg su fondali di 4-5 metri (se la prova viene effettuata in mare);
  • 25 m. stile libero
  • 25 m. rana
  • 25 m. dorso
  • 25 m. stile libero testa alta, immersione e recupero pericolante sul fondo
  • 25 m. trasporto pericolante e recupero sul bordo vasca

Le prove devono essere sostenute in un tempo massimo di 8 minuti.

PROVE DI VOGA:
Il candidato dovrà dimostrare di saper governare con perizia una imbarcazione a remi

PRIMO SOCCORSO:
Il candidato dovrà saper effettuare una valutazione circa il tipo di intervento da effettuare all’asfittico e dimostrare di essere in grado di effettuare correttamente tutte le manovre, anche preliminari, necessarie per praticare la respirazione artificiale (BLSD) anche con l’uso del pallone AMBU.